La ricetta dello stracotto al vino rosso

Lo stracotto di manzo al Barolo è una ricetta tipica piemontese che deve il suo nome alla lunga cottura a cui è sottoposta la carne. Un piatto tipicamente autunnale che scalda la casa con il suo profumo durante le lunghe ore di cottura e, accompagnato alla polenta o al purè di patate, diventa un succulento piatto unico.

Stracotto di manzo: quale taglio di carne scegliere

I tagli di carne più adatti alle lunghe cotture, come lo stracotto di manzo, sono quelli che derivano da parti ricche di tessuto connettivo. Innanzitutto il pesce o campanello, costituito da diversi muscoli separati da tessuto connettivo, quindi perfetto per una cottura lenta, che si trova nella parte posteriore dalla coscia, e il taglio reale, detto anche coppa. Anche il pregiato scamone, che si ricava dal quarto superiore, risulta particolarmente adatto. Molto utilizzati sono anche i tagli della noce o primo taglio, il fesone o fermo di spalla e il cappello del prete o arrosto della vena, un taglio di prima scelta che viene usato spesso per questo tipo di preparazione, specie in Piemonte.

Come preparare lo stracotto di manzo al Barolo

Lo stracotto di manzo è un piatto della tradizione italiana, molto appetitoso. La sua realizzazione richiedo un poco di pazienza perché la carne va fatta marinare una notte intera insieme alle verdure, agli aromi e al Barolo che conferiscono alla carne un sapore delizioso e aromatico. Anche la cottura è un po’ lunga, ma la pazienza siamo sicuri che verrà ricompensata da un piatto eccellente che ti farà fare bella figura anche con i palati più fini. Puoi preparare lo stracotto di manzo come piatto unico, servendolo con la polenta fumante o il purè di patate, oppure come secondo piatto autunnale. Per preparare lo stracotto di manzo in maniera eccellente, inizia tritando le carote, la cipolla e le coste di sedano. Metti larrosto della vena di Casa Serra in una pentola alta e stretta insieme al trito di verdure, l’alloro, uno spicchio d’aglio, un rametto di rosmarino e i chiodi di garofano. Bagna il tutto con una bottiglia di Barolo e lascia marinare in frigorifero per almeno 12 ore. Trascorsa la notte, asciuga la carne grass-fed, filtra il vino dalla marinatura e metti da parte le verdure e le spezie. Lascia appassire le verdure a fiamma dolce, quindi sistema la carne all’interno della pentola e falla rosolare a fiamma viva. A questo punto bagnala con il vino della marinatura e porta a bollore; quindi copri la casseruola con un coperchio, abbassa la fiamma al minimo e lascia cuocere un paio di ore o fino a che la carne sarà diventata bella tenera. Durante la cottura, di tanto in tanto, gira la carne e controlla che il fondo non si asciughi troppo: nel caso bagna con poco brodo di carne per volta. A cottura ultimata, estrai il pezzo di carne e taglialo a fette; frulla sugo e verdurine con il mixer a immersione e cospargi le fette di stracotto di manzo con la salsa densa e saporita ottenuta. Buon appetito!

Gli abbinamenti

Accompagna lo stracotto di manzo a contorni come il purè di patate, la polenta o le verdure, lesse o cotte al forno. Vai allo shop e ricevi la l’arrosto della vena direttamente a casa! Non ti sei ancora iscritto alla Newsletter? Iscriviti subito per ottenere il 10 % di sconto sul tuo primo acquisto.