Il progetto “La filiera del benessere” accede alla fase finale

C’è una notizia che non vediamo l’ora di condividere con te! Nei giorni scorsi, siamo stati selezionati come finalisti tra i partecipanti del bando “Coltiviamo agricoltura sociale 2019” promosso da Confagricoltura, ONLUS Senior e Reale Foundation. Per saperne di più, non perderti le prossime righe.

Il concorso

Qualche tempo fa, abbiamo presentato il progetto “La Filiera del Benessere” al concorso “Coltiviamo Agricoltura Sociale 2019”, giunto alla sua quarta edizione. C’era tempo fino alla mezzanotte del 23 novembre per votare i migliori progetti di agricoltura sociale, volti a favorire e accompagnare lo sviluppo di attività imprenditoriali in grado di coniugare sostenibilità e innovazione. Con grande orgoglio, in tantissimi ci avete premiato con la vostra fiducia e avete creduto nel nostro nuovo, ambizioso progetto, consentendoci di essere tra i finalisti del bando, su 89 candidature provenienti da tutta Italia. Ma non è finita: ora toccherà a una commissione di esperti selezionare i tre vincitori che si aggiudicheranno un contributo economico per la messa a sistema del nuovo sogno.

La Filiera del Benessere

Il progetto “La Filiera del Benessere”, che in tanti di voi avete votato, ha il duplice obiettivo di sviluppare inclusione e coesione sociale a favore degli anziani e di valorizzare il nostro territorio con un focus particolare sui prodotti agricoli locali. In che modo? Attraverso l’attività congiunta tra Casa Serra, la nostra azienda agricola, una Società di Mutuo Soccorso e un Circolo Acli presenti qui nell’astigiano. Il nostro sogno è quello di rendere gli anziani protagonisti, favorendo una qualità di vita socialmente e fisicamente attiva: Casa Serra coordinerà gli appuntamenti fra le nostre amate colline quali passeggiate, laboratori sull’alimentazione, eventi gastronomici e incontri alla scoperta del benessere. Nel contempo, la Società di Mutuo Soccorso metterà a disposizione degli anziani percorsi informativi per il loro benessere fisico e psicologico e il Circolo Acli fungerà da punto di aggregazione e luogo fisico di riferimento. Un progetto ambizioso e al quale teniamo particolarmente, che potrebbe realizzarsi anche grazie al tuo sostegno: per questo ti siamo particolarmente riconoscenti!

Il responso

Adesso non ci resta che incrociare le dita, in attesa del verdetto finale. A giorni, infatti, si conosceranno i tre finalisti e noi non vediamo l’ora di scoprire i nomi!